La nebbia delle relazioni

Le nostre relazioni interpersonali presentano a volte tratti di opacità.

A differenza delle acque trasparenti di un lago che lasciano vedere in profondità, esse non consentono alcun varco.

Sprofondati nell’irrelazione, le nostre intenzioni non riescono a giungere al cuore dell’altro, né noi stessi diveniamo permeabili a visitazioni che non confermino il dato, già acquisito.

L’inconsapevole clausura – dove la solitudine confina con la disperazione – richiederebbe chiarimenti ed aperture in grado di attraversare ogni coltre, densa di resistenze.

E invece, incapaci di effrazione dei nostri fortini interiori, ci distendiamo in ordinarie infelicità in cui ogni prossimità è solo apparente.

“Il peggior modo di sentire la mancanza di qualcosa è esserci seduto accanto e sapere che non la avrai mai” (Gabriel García Márquez).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.